Parrocchia San Pio X Massa


Vai ai contenuti

Compagnia Teatrale del Treppe'

Attività parrocchiali






la nostra storia


La compagnia poco stabile del TREPPE, antitesi della compagnia stabile della scala, nacque nella seconda metà degli anni 80, non nella Parrocchia di San Pio X ma per la Parrocchia di San Pio X.
Infatti, in quegli anni presso la scuola elementare “Maria Teresa Vallerga” conosciuta a Massa anche come la scuola dei Cappuccini o delle Suore Infermiere, Suor Anna, una maestra con la passione delle recite riuscì a coinvolgere oltre ai bambini, ai quali insegnava con grande pazienza e capacità, anche alcuni genitori che dapprima accettarono un po’ titubanti di essere coinvolti, ma quando si accorsero di divertirsi più dei figli si impegnarono sorretti più dalla volontà che dal talento.
Le prime recite servirono per raccogliere fondi destinati all’acquisto di materiale didattico e per l’allestimento di un nuovo sipario teatrale.
Suor Anna che era catechista nella parrocchia di San Pio X, (frequentata dai figli dei genitori-attori per la preparazione alla prima comunione) propose di fare recite per raccogliere fondi per la nuova Chiesa di via A. Volta, l’attuale parrocchia di San Pio X.
Dopo varie recite i genitori-attori fecero purtroppo la loro ultima recita il 21 giugno 1990, nel più capiente teatro del Santuario di S. Maria Ausiliatrice dei Quercioli ( fu un successo incredibile !).
La sala era gremita di parrocchiani di San Pio X che lasciarono così un buon contributo per la loro nuova chiesa.
Purtroppo per motivi familiari e di lavoro il gruppo teatrale fu sciolto e diverse persone persero contatto con la parrocchia.
Legato alla parrocchia rimase però un attore Stefano Ranfagni che su invito ed esortazione di Don Alvaro assieme a Andrea Pantera e sua moglie Giuliana, Alfredo Moriconi e sua moglie Mirella e assieme ad altre persone diedero vita ad un nuovo gruppo teatrale chiamato come il precedente. Il neonato gruppo teatrale fu anche inserito all’interno del circolo ANSPI.
L’attività della compagnia prosegui negli anni successivi a fasi alterne perché i componenti della compagnia erano impegnati o per lavoro o per studio.
Rimasero comunque ancorati alla compagnia diversi giovani i quali oltre a vivere il fascino del teatro riuscirono a vincere le loro paure e timidezze accrescendo sempre di più confidenza e sicurezza nei rapporti interpersonali e soprattutto cercando di aiutare il prossimo.
Un esempio di quanto potesse influenzare il recitare in pubblico si manifesto quando un ragazzo lesse balbettando la parte teatrale.
Bastò comunque poche altre prove perché questo ragazzo potesse dimostrare il suo valore in campo tanto da diventare uno dei migliori attori della compagnia.
Indelebili rimasero tutti gli anni 90 per tutti i ricordi straordinari che portarono alla compagnia in particolare le uscite all’ANFFAS di Marina di Massa e nella Chiesa di S.Sebastiano.
Agli inizi del 2000 vi fu una collaborazione anche dell’ACAT (gruppo alcolisti anonimi) ma la compagnia mancava comunque di nuove leve di attori tanto da portare ad un lento declino dell’attività teatrale fino a pensare che il tutto dovesse inesorabilmente finire.
Come se il destino volesse remarci contro a tutti i costi in una triste mattina di giugno un incidente stradale ci fece mancare per sempre una presenza formidabile, un attore spontaneo ed eclettico, turbine di idee del gruppo, questo ragazzo si chiamava Marco Balloni.
Per mantenere fede alle promesse fatte ma soprattutto per avere sempre presente l’impegno che questo meraviglioso ragazzo portò alla compagnia, decidemmo di riprendere il cammino intitolando la compagnia con il suo nome “Gruppo teatrale Marco Balloni”.
La scomparsa di Marco e la successiva grave malattia di Enrica rallentarono ulteriormente l’attività teatrale, anzi l’attività si blocco completamente per mancanza di attori .
In parrocchia allora furono fatti degli annunci sia dopo la messa sia per passa parola attraverso Don Alvaro, l’impegno fu veramente tanto nei confronti di tutte quelle persona spinte dalla voglia di fare teatro in allegria e spensieratezza.
A questi appelli risposero in tanti soprattutto i genitori di Marco, Lorena e Angelo.
Lorena entro nella compagnia come una vera fornace di idee e con un temperamento unico nel suo genere “era un ciclone inarrestabile” con una forza di volontà e determinazione nel far ripartire il cammino intrapreso che fece riprendere il desiderio a tante persone di impegnarsi in teatro.

La compagnia “Gruppo teatrale Marco Balloni è attualmente composta dai seguenti componenti:

Angelo Balloni Paolo Cacciotti Giorgio Leorin
Lilia Mignani Piero Palmerini Andrea Pantera
Roberto Pierotti Stefano Ranfagni Maria Grazia Rossi
Lorena Salvetti Martina Venturi Giuseppe Sapienza


Torna ai contenuti | Torna al menu